stripImg

Perugia tra arte e storia: cosa vedere in città e nei dintorni

  • 13/05/2021

Capoluogo dell'Umbria, forse non tutti sanno che Perugia è anche una delle città universitarie più antiche e famose al mondo. Tra strette viuzze e mura fortificate, il centro storico custodisce tesori artistici e monumentali di grande fascino, che sanno trasportare chi la visita indietro nel tempo, in un'atmosfera sospesa e quasi magica. Perfetta per trascorrere un weekend sia in estate che in inverno, grazie alla quantità di luoghi che meritano una visita e a pochi passi da altre bellezze del territorio umbro, questa città è la scelta ideale per chi desidera scoprire uno dei gioielli italiani, lontano però dagli affollamenti tipici di altre città-museo più famose. 

Non ci resta quindi che scoprire cosa vedere a Perugia e dintorni.


Perugia, una città universitaria tra antichità e modernità

Il vero e proprio nucleo di quella che è diventata Perugia si forma intorno alla seconda metà del VI secolo a.C. e in breve diventa una delle più importanti città etrusche, dotata di una imponente cinta muraria, oggi ancora visibile.

Sotto la denominazione romana, l'antica Perusia è stata poi protagonista di una leggendaria e terribile guerra civile tra Ottaviano Augusto e Marco Antonio, che sfocia nel Bellum Perusinum che porta all'assedio della città tra il 41 e il 40 a.C. e alla sua successiva distruzione. Sarà lo stesso imperatore Augusto a ricostruirla qualche anno più tardi e a chiamarla Augusta Perusia. Dopo le invasioni barbariche, Perugia raggiunge il suo massimo splendore durante il Medioevo fino al 1531, quando viene assoggettata allo Stato della Chiesa. Durante il Basso Medioevo, infatti, si hanno le prime attestazioni della nascita del Governo dei Consoli e del Comune di Perugia e vengono costruiti alcuni dei capolavori che ancora oggi possiamo ammirare passeggiando nel centro storico, come la Fontana Maggiore e il magnifico Palazzo dei Priori. Nel 1308, inoltre, viene anche istituita l'Università, una delle più antiche e importanti d'Europa, che oggi fa sì che abbia un'anima giovane e vivace, nonostante i secoli di storia alle spalle.


Cosa vedere a Perugia, passeggiando nel cuore cittadino

Perugia è in grado di offrire moltissimo al visitatore: il centro storico è infatti un vero e proprio concentrato di monumenti e attrazioni di valore. I numerosi lasciti architettonici e artistici etruschi, romani e gotici hanno plasmato la città regalandole un volto poliedrico, che merita di essere scoperto senza fretta in ogni stagione dell'anno. 

Ecco i luoghi da non perdere durante una passeggiata in questa antica città.


Piazza IV Novembre e la Fontana Maggiore

Ogni città ha il suo cuore pulsante, e per Perugia è proprio Piazza IV Novembre, ex Foro romano. Ma è durante il Medioevo che cambia aspetto e acquisisce grande prestigio, diventando il catalizzatore delle principali attrazioni della città. Da qui convergono infatti le cinque vie principali, dette “Vie Regali", tra cui Corso Vannucci che, con i suoi negozi e i suoi storici locali, rappresenta il cuore della vita sociale perugina. Al centro della piazza sorge la splendida Fontana Maggiore, edificata tra il 1275 e il 1278 da Nicola e Giovanni Pisano e oggi simbolo di quella vivace e magnifica Perugia medievale. La Fontana poggia su una gradinata circolare ed è costituita da due vasche di pietra rosa e bianca, riccamente decorate di statue di ninfe, sormontate infine da una conca di bronzo. Posizionata tra il Palazzo Comunale e il Duomo, è stata costruita per celebrare il completamento del nuovo acquedotto.


Palazzo dei Priori

Vi si accede da Piazza IV Novembre attraverso un portale duecentesco ornato dalle statue del grifo e del leone. Il Palazzo dei Priori, edificato in stile gotico tra il 1293 e il 1443, è uno dei migliori esempi di palazzo pubblico dell'età comunale. Oltre alla bellezza dell'architettura, forse non tutti sanno che all'interno ospita un altro tesoro inestimabile: agli ultimi piani, infatti, ha sede la magnifica Galleria Nazionale dell'Umbria, il cui ricco patrimonio artistico vanta i capolavori dei celebri Duccio di Buoninsegna, Piero della Francesca, Beato Angelico, il Pinturicchio e il Perugino, maestro di Raffaello.


Cattedrale di San Lorenzo

La facciata laterale della Cattedrale – o Duomo – di Perugia fa da sfondo alla Piazza IV Novembre, ed è forse quella più suggestiva per i diversi elementi che la compongono, come l'ampia scalinata che conduce all'ingresso, il grande portale rinascimentale d'accesso, il pulpito quattrocentesco accanto al portone composto da antichi frammenti e mosaici cosmateschi e, infine, la bellissima Loggia del Braccio. La facciata principale, invece, meno maestosa, si affaccia su Piazza Danti ed è caratterizzata da un portale barocco del 1729. Da ammirare l'interno della Cattedrale, con i suoi affreschi e stucchi, e da vedere assolutamente è il Reliquiario del Santo Anello, considerato tra i capolavori dell'arte orafa del Rinascimento.


L'Acquedotto

L'Acquedotto di Perugia rientra nelle cose da non perdere assolutamente ed è una delle attrazioni più particolari della cittadina. Si tratta di un'opera di ingegneria idraulica piuttosto complessa – già avviata in epoca romana ma i cui lavori principali sono stati portati avanti in epoca medievale – perché riusciva a trasportare l'acqua in una città piena di dislivelli senza utilizzare alcuna pompa. Dismesso a metà 1800, si è in seguito deciso di trasformare l'acquedotto in un cammino pensile per collegare meglio la città, e ad oggi offre una delle passeggiata più belle e pittoresche d'Italia. Tra scalinate e parapetti, particolarmente suggestiva è la parte che collega Porta Sant'Angelo, altro monumento da visitare, con un ponte sorretto da una decina di campate con grandi archi e case basse e colorate.


Altri luoghi imperdibili

Perugia è un piccolo gioiello da scoprire. Non può senz'altro mancare una visita a Rocca Paolina, tanto decantata da Giosuè Carducci: si tratta di una vera e propria fortezza fatta erigere da Papa Paolo III dopo il sacco di Roma, simbolo dell'autorità e del potere papale fino al 1860, anno dell'annessione al Regno d'Italia. O ancora, vicino alla Fontana Maggiore, in Piazza Danti, imperdibile è il Pozzo etrusco, incredibile opera idraulica costruita nel tre secoli prima di Cristo che scende sottoterra per ben 37 metri di profondità. Se invece volete camminare in mezzo al verde, specialmente durante una bella giornata primaverile, allungatevi fino al Giardino del Frontone, il primo giardino pubblico della città che prende il nome dalla “fronte" dell'arco di trionfo che chiude l'anfiteatro, realizzato su progetto di Baldassare Orsini (1778-1780). Non perdetevi le sei statue raffiguranti le Arti.


Perugia e i suoi sapori

Ogni regione ha i suoi sapori e Perugia raccoglie una tradizione culinaria ricchissima. Il “re" della cucina umbra è senz'altro lui, il tartufo nero e bianco, protagonista indiscusso di diversi piatti tipici, tra cui gli stringozzi, un formato di pasta lunga e spessa. Non mancano anche salumi di qualità, che possono essere accompagnati dalla famosissima torta al testo, una sorta di focaccia dagli ingredienti semplici che testimonia il passato romano della regione. Della tradizione fanno parte il classico palombaccio alla perugina e il piccione alla ghiotta, passando per i dolci, tra cui il Brustengolo, una torta realizzata con la farina di mais, uva passa, mele, noci e pinoli. Ad accompagnare queste specialità, non può mancare un buon calice di vino, approfittando di un'eccellenza del territorio attorno a Perugia, il Montefalco Sagrantino DOCG.


Cosa visitare nei dintorni di Perugia

Perugia è anche la città del cioccolato, e quindi per i più golosi non può mancare una visita alla Casa del Cioccolato, ossia il Museo storico della famosissima Perugina che si trova a San Sisto, poco distante dalla città. Sempre a due passi da Perugia, si trova uno dei paesaggi naturali più incantevoli del territorio umbro, ossia quello affacciato sul Lago Trasimeno, perfetto per qualunque attività. Gli amanti del trekking potranno incamminarsi lungo i tantissimi sentieri che attraversano boschi rigogliosi, mentre per chi ha voglia di un'avventura diversa potrà inforcare una bicicletta e percorrere il perimetro del lago, alla scoperta dei numerosi e affascinanti borghi, come il meraviglioso Castiglione del Lago o Tuoro sul Trasimeno con la torre pendente di Verrazzano o Passignano sul Trasi

meno.

Se volete esplorare i dintorni di Perugia, non possono mancare una visita ad Assisi, splendido borgo arroccato sulla collina da cui è partito il santo più famoso della storia, San Francesco. Perdetevi tra le sue strade in salita che conducono alla Basilica, e respirerete un'aria come sospesa. Il tempo sembra essersi fermato anche a Spello, vicino a Perugia, cittadina di origine romana ma il cui centro storico, ancora una volta, mostra l'impronta medievale. Le chiese di Santa Maria Maggiore e Sant'Andrea sono abbellite da opere del Perugino e del Pinturicchio, e nel periodo del Corpus Domini la città si accende all'Infiorata: le strade cittadine vengono decorate con straordinarie creazioni artistiche realizzate con… petali di fiori.


Degustare i migliori vini del territorio: un'esperienza di valore per un viaggio indimenticabile

Il territorio umbro è ancora poco conosciuto, ma come abbiamo visto offre una ricchezza inestimabile di tesori artistici, architettonici, naturali e anche enogastronomici. Perugia è senz'altro il diamante più prezioso, ma anche i dintorni meritano di essere esplorati – e assaporati – in tutto il loro splendore.

Nella vostra lista di “cose da fare", non può mancare assolutamente anche una visita a Montefalco, uno dei borghi più belli dell'Umbria anche per i panorami mozzafiato che si possono ammirare dal suo Belvedere – da qui l'appellativo di “Ringhiera dell'Umbria" sulla valle sottostante, terra di grandissimi vini. Tra questi, spiccano il Rosso, il Grechetto e il Sagrantino, vero simbolo della cittadina, un vino dal color rubino e dal sapore passito e dolce. Per chi desidera quindi scoprirli tutti, Colpetrone è la scelta perfetta. È infatti una delle più importanti realtà produttive del comprensorio della DOCG di Montefalco: dopo un bicchiere di vino, grazie a una degustazione delle eccellenze del territorio, e una passeggiata tra le strade lastricate di Montefalco, potrete rientrare facilmente a Perugia, che tra l'altro potrete ammirare in lontananza da uno dei punti panoramici del borgo.

Se alloggiare in città può essere complicato, soprattutto nei periodi di maggiore affollamento turistico, perché non scegliere le colline circostanti che, tra antichi borghi, eleganti vigneti e secolari ulivi, sono in grado di regalare un'esperienza davvero unica? A Umbertide, al centro del territorio umbro e quindi perfetto per raggiungere località come Perugia, Assisi, Todi e il Lago Trasimeno, si trova l'affascinante Tenuta di Montecorona. Qui, potrete soggiornare nell'affascinante Badia, ai piedi dell'antico Eremo camaldolese che domina tutta la valle. Tra una degustazione del famoso Olio Extravergine DOP “Umbria Colli del Trasimeno" e una passeggiata alla scoperta della Via Francigena, lasciatevi incantare dal fascino senza tempo che il territorio umbro sa offrire.


Vi abbiamo convinti a scoprire Perugia e le ricchezze dell'Umbria?​

 

 

Borgo di Montefalco: cosa vedere a due passi da Assisi27/01/2021 23:00:00Borgo di Montefalco: cosa vedere a due passi da Assisihttps://www.tenutedelcerro.it/it/le-tenute/colpetrone/news/borgo-di-montefalco-cosa-vedere-a-due-passi-da-assisiCenni storici, patrimonio artistico e tradizione gastronomica di uno dei borghi più belli d’Italia. Scopri di più sul borgo di Montefalco in Umbria28/01/2021 14:19:13013112Fattoria del Cerro La Poderina Monterufoli Colpetrone Tenuta di Montecorona I vini Linea Etrusca Ospitalità Shop Online Chi siamo Contatti La filosofia Le tenute I vini aspx235htmlFalseaspx<img alt="" src="/it/PublishingImages/News/Montefalco.jpg" style="BORDER:0px solid;" />2021-01-27T23:00:00Z
Guida ai vini di Montefalco: Sagrantino, Rosso, Grechetto27/12/2020 23:00:00Guida ai vini di Montefalco: Sagrantino, Rosso, Grechettohttps://www.tenutedelcerro.it/it/le-tenute/colpetrone/news/guida-ai-vini-di-montefalco-sagrantino-rosso-grechettoAlla scoperta delle caratteristiche dei tre grandi vini autoctoni protagonisti della scena enologica umbra28/12/2020 14:41:42013111Fattoria del Cerro La Poderina Monterufoli Colpetrone Tenuta di Montecorona I vini Linea Etrusca Ospitalità Shop Online Chi siamo Contatti La filosofia Le tenute I vini aspx382htmlFalseaspx<img alt="" src="/it/PublishingImages/News/Vigneti%20Còlpetrone%20dall%27alto3.jpg" style="BORDER:0px solid;" />2020-12-27T23:00:00Z
Montefalco Sagrantino: origine, caratteristiche e dove provarlo15/10/2020 22:00:00Montefalco Sagrantino: origine, caratteristiche e dove provarlohttps://www.tenutedelcerro.it/it/le-tenute/colpetrone/news/montefalco-sagrantino-origine-caratteristiche-e-dove-provarloLa storia e le caratteristiche di questo vino umbro prodotto nel territorio che circonda il borgo di Montefalco in provincia di Perugia.26/10/2020 15:17:13013110Fattoria del Cerro La Poderina Monterufoli Colpetrone Tenuta di Montecorona I vini Linea Etrusca Ospitalità Shop Online Chi siamo Contatti La filosofia Le tenute I vini aspx1267htmlFalseaspx<img alt="" height="600" src="/PublishingImages/Esperienze/Vigneti%20rossi%20Còlpetrone.jpg" width="1133" style="BORDER:0px solid;" /><img alt="" height="500" src="/PublishingImages/Esperienze/Vigneti%20rossi%20Còlpetrone.jpg" width="1300" style="BORDER:0px solid;" />2020-10-15T22:00:00Z